Archive for ottobre 2008

All’inferno!

ottobre 30, 2008

La Santa Sede ha da poco ribadito in un documento che è vietato il sacerdozio per chi è omosessuale o vive il celibato con difficoltà. Sostiene che coloro che manifestano “tendenze omosessuali fortemente radicate” o un’identità sessuale “incerta” non posso entrare in seminario e diventare preti. La Santa Sede suggerisce anche l’uso di psicologi per valutare eventuali patologie e “ferite” psichiche dei candidati al sacerdozio. E la tonaca deve essere negata anche a chi – spiega il testo – trova difficoltà “a vivere la castità del sacerdozio”

Quindi la posizione della Chiesa è chiara. Chi è omosessuale non può diventare prete mentre chi è già prete non ha bisogno di avere particolari requisiti morali per continuare ad esserlo. I preti pedofili, ad esempio, possono tranquillamente continuare a fare i preti. Non solo. I preti pedofili possono continuare tranquillamente ad abusare dei bambini in sagrestia. Questa è stata la linea che la chiesa ha avuto per vari decenni ed ormai è indiscutibile. Oppure forse sperano che questo documento venga interpretato proprio come una presa di posizione contro i preti pedofili? Ma questo sarebbe l’ennesima confusione che gli imbecilli fanno tra omosessuali e pedofili…Nel caso del clero non ci sarebbe quindi da meravigliarsi!

La domanda è solo una:

Come è possibile non essere anticattolici?

Spero, tanto per dirla alla Guzzanti, che chi prende queste decisioni, ovvero chi ha tollerato e coperto decenni di abusi sui bambini di tutti i continenti, tra cui il caro papa Ratzinger, bruci all’inferno!

Iniezione di ottimismo

ottobre 24, 2008

Oggi avevo proprio bisogno di un’iniezione di ottimismo…così sono andato a ripescarmi su youtube due video che mi mettono sempre di buonumore:


Nonostante Radiohead e Pearl Jam siano due band totalmente diverse sotto molti punti di vista (inglesi, musicalmente rivoluzionari, dalla vena talvolta malinconica i primi; americani, puri rockettari e prevalentemente vitalisti i secondi), queste due canzoni e i rispettivi video hanno delle similitudini impressionanti.
Trovo più sfumato quello di “2+2=5“, esplicitamente ispirato alle profezie di “1984” (di cui il titolo stesso è una citazione) e “La fattoria degli animali” di George Orwell; più esplicito il video di “Do the evolution“, che rappresenta scenari catastrofici alla “Ken il guerriero”.