Archivio dell'autore

All’inferno!

ottobre 30, 2008

La Santa Sede ha da poco ribadito in un documento che è vietato il sacerdozio per chi è omosessuale o vive il celibato con difficoltà. Sostiene che coloro che manifestano “tendenze omosessuali fortemente radicate” o un’identità sessuale “incerta” non posso entrare in seminario e diventare preti. La Santa Sede suggerisce anche l’uso di psicologi per valutare eventuali patologie e “ferite” psichiche dei candidati al sacerdozio. E la tonaca deve essere negata anche a chi – spiega il testo – trova difficoltà “a vivere la castità del sacerdozio”

Quindi la posizione della Chiesa è chiara. Chi è omosessuale non può diventare prete mentre chi è già prete non ha bisogno di avere particolari requisiti morali per continuare ad esserlo. I preti pedofili, ad esempio, possono tranquillamente continuare a fare i preti. Non solo. I preti pedofili possono continuare tranquillamente ad abusare dei bambini in sagrestia. Questa è stata la linea che la chiesa ha avuto per vari decenni ed ormai è indiscutibile. Oppure forse sperano che questo documento venga interpretato proprio come una presa di posizione contro i preti pedofili? Ma questo sarebbe l’ennesima confusione che gli imbecilli fanno tra omosessuali e pedofili…Nel caso del clero non ci sarebbe quindi da meravigliarsi!

La domanda è solo una:

Come è possibile non essere anticattolici?

Spero, tanto per dirla alla Guzzanti, che chi prende queste decisioni, ovvero chi ha tollerato e coperto decenni di abusi sui bambini di tutti i continenti, tra cui il caro papa Ratzinger, bruci all’inferno!

The Blow Job

luglio 10, 2008

Dopo le numerose voci e le allusioni, alcune delle quali velate ed altre più esplicite sul presunto sesso orale che la Carfagna avrebbe praticato con il Primo Ministro Silvio Berlusconi, finalmente è stato risolto il dilemma che affliggeva tutti gli osservatori nazionali ed internazionali… Ma dove sarà venuto il premier Silvio Berlusconi?

A chiarire il mistero è stata la stessa Carfagna con un breve comunicato di oggi dicendo

Schifezze su di me

“Abbiamo un capo del governo che fa il Magnaccia”

giugno 29, 2008

Parole pronunciate ieri da Antonio di Pietro in seguito alla pubblicazione di numerose telefonate tra Saccà e Berlusconi in merito all’inchiesta napoletana dove Saccà, ex direttore di RaiFiction(ora autosospeso), è accusato di Corruzione su presunte raccomandazioni di attrici. Anche Berlusconi è iscritto nel registro degli indagati.

Magnaccia, Pappone, Ricottaro…Insomma tutte parole adatte al CaiNano e alla sua intensa e storica attività da statista, bene documentata dalla telefonata in alto.

Chudere in cella e Buttare la chiave

maggio 23, 2008

“Trentatrè anni, già interdetto alla guida, e forse protagonista di una gara clandestina fra automobili di grossa cilindrata. C’era Stefano Lucidi alla guida della Mercedes che ieri sera, intorno a mezzanotte – probabilmente passando col rosso – ha travolto lo scooter sul quale viaggiavano Alessio Giuliani, 23 anni, morto poco dopo, e la fidanzata Flaminia Giordani, 22 anni, deceduta stamattina al policlinico Umberto I”

“L’uomo è un ultras della Lazio con precedenti penali per lesioni e sottoposto a Daspo, il divieto di partecipare a manifestazioni sportive negli stadi”

“Alessio e Flaminia viaggiavano a bordo di uno scooter Kymco People 125, in viale Regina Margherita, in direzione del quartiere San Lorenzo. Intorno alla mezzanotte sono stati investiti dalla Mercedes 220 all’altezza di via Nomentana. I due giovani sono stati portati al policlinico “Umberto I”, dove Giuliani è morto subito dopo il ricovero mentre la ragazza è deceduta intorno alle 10 di stamattina. Secondo il comandante della polizia municipale, Diego Porta, “il conducente della vettura è passato con il rosso, investendo in pieno il motorino”. In seguito all’impatto la vettura ha perso un pezzo del parafango”

No comment…Qui c’è la notizia completa! No comment!

Il maestro di Travaglio

maggio 16, 2008

Ho trovato questa chicca. Il genio di Travaglio non nasce ora. Oltre a possedere un talento naturale, sangue freddo e professionalità, ha la fortuna di avere avuto un buon maestro. E’ stato “cresciuto” da Indro Montanelli e credo che abbia tutte le carte in regola per diventare il suo erede.

Ancora Lui, Il Grande

maggio 11, 2008

Ineccepibile, Pulito…E’ il Travaglio nazionale!

Eppure oggi tutta questa feccia di politici lo attacca come sta facendo con Santoro. La frase magica è “bisogna fare in modo che non si ripeta più“. Tutti questi parassiti l’hanno mutuata allegramente dal famoso discorso di Berlusconi in Bulgaria del 2002. C’è tanta voglia di censura. Anche la Finocchiaro si lascia divorare dal berlusconismo e parla di “inaccettabili accuse senza controddittorio”. Ma quali accuse? Travaglio si è solo chiesto perchè nessun giornalista pone queste domande alla seconda carica dello stato quando ne esistono ampiamente i pressupposti. Il motivo è semplice e Travaglio lo illustra benissimo. Il clima politico è tale che bisogna dare un’immagine di armonia anche quando una faccia da culo come Schifani diventa il Presidente del Senato…E quindi i giornalisti fanno i pecoroni e si adeguano al clima politico perchè sono subalterni alla politica. Travaglio meno male che ci sei tu!

Redditi online oppure offline?

maggio 8, 2008

Quando ho letto la notizia mi sono indignato. Ho subito pensato che fosse uno scandalo che una cosa cosi intima e personale come il “reddito” potesse essere accessibile a chiunque. Se in Inghilterra chiedi “How much do you earn?”, anche il tuo migliore amico potrebbe mandarti a quel paese. Nonostate ciò ho scaricato anch’io qualche file. Un po’ spinto dall’umana, ma non per questo meno positiva, curiositas. Un po’ per par condicio del tipo: Se tizio può vedere quanto guadagno…Perchè non dovrei poter vedere anch’io quanto guadagna tizio?

Leggendo su e giù i i redditi dei personaggi noti e meno noti nella mia zona, lo sdegno per la publicazione dei redditi si è trasformato in rabbia nei confronti di questi personaggi. Ho visto redditi scandalosi che rappresentano una vergogna, una truffa, un’offesa alla pubblica decenza. Sto parlando di EVASIONE. Evasione trasparente, leggibile, incredibile ed in alcuni casi grottesca. Ho visto personaggi,che hanno un volume d’affari di 1 milione di euro, percepire un reddito annuale di 1000 euro. Ho visto gente che gira con la Porsche o la Ferrari e conduce un tenore di vita estremamente elevato risultare allegramente nullatenente. Per i titolari d’aziende o di attività in proprio il giochetto è facile facile. Volumi d’affari di milioni di euro ma aziende con reddito d’impresa zero. Poveretti! Che ci possono fare? E’ la crisi! Così, per non pensarci, cambiano macchina una volta al mese e vanno alle Maldive 5 volte all’anno. Ho visto anche casi meno eclatanti, ma non meno insulsi, di persone benestanti,con attività in proprio. Per ovvi motivi ti aspetti che guadagnino più di 100mila euro ma invece dichiarano redditi di 7500 euro all’anno. Una vergogna!

Lo scandalo è che questa gentaglia usufruisce dei servizi pubblici quanto il povero dipendente che dal suo reddito di 10mila euro l’anno è costretto a vedersi defalcare 2mila euro in tasse per servizi pubblici di cui usufruisce anche il ricco nababbo evasore impenitente. Questa è la vera vergogna! Altro che Beppe Grillo che guadagna 4 milioni ma ne versa ben 1,8 al fisco!

Il mio ottico e il mio pizzaiolo hanno, messi insieme, un volume d’affari di gran lunga superiore a quello di Beppe Grillo, ma versano molto meno di 1,8 milioni di euro. La cifra esatta è NIENTE. Reddito d’impresa ZERO. Reddito personale imponibile irpef ZERO. Quindi questi marpioni succhiano dalle mie tasche due volte:la prima volta quando vado a farmi la pizza o a comprare le lenti a contatto. La seconda quando evadono.Perchè a causa di personaggi così lo stato italiano è costretto ad esercitare una pressione fiscale enorme sui pochi, sfortunati ed onesti contribuenti.

Quindi, nel mio piccolo, la pubblicazione dei redditi ha avuto degli effetti positivi. Il mio ottico e il mio pizzaiolo sono diventati il mio ex-ottico e il mio ex-pizzaiolo. Ho già individuato la figura del mio prossimo ottico dalla colonna (infame?). Un signore con un volume d’affari di circa 250mila euro con un reddito personale di 240mila.

Per la pizza la faccenda è più delicata. La scelta sarà frutto di una ricerca estesa ed accurata per poterle assaggiarle tutte. Insomma, non sono più sicuro di essere contrario alla pubblicazione dei redditi. Potrebbe essere un’accettabile violazione della privacy?

Travaglio il Grande

maggio 2, 2008

Da oggi MARCO TRAVAGLIO è il mio idolo!

Anno Zero. Tema della puntata: Vday e informazione. Sgarbi offende Travaglio in tutti i modi possibili ma lui rimane incredibilmente impassibile. Continua a parlare come se Sgarbi non ci fosse. Continua a fornire la verità documentata. Sgarbi dice 4 falsità e lui lo distrugge 4 volte su 4 con le prove. Quando Sgarbi capisce che sui fatti,contro Travaglio, non c’è partita passa alle offese ed esplode con “Pezzo di Merda”, ma Il mitico Travaglio non batte ciglio e continua a parlare senza farsi minimamente influenzare dal rozzo cavernicolo e bestemmiatore. Un esempio eccezionale della potenza della verità contro l’arroganza delle menzogne.

Ora resta soltanto un querela per Ingiuria contro Sgarbi e un rimborso multimilionario per Travaglio. Godo.

Geniale…Sottoscrivo in pieno!

marzo 14, 2008

Fini? Il nome dei tortellini!

febbraio 4, 2008

E’ inutile spendere ulteriori parole sulla miseria dei politici italiani. La mancanza di valori e la spregiudicatezza dei comportamenti sono valsi a questi loschi personaggi il soprannome di Casta. Ma il termine a mio avviso è impreciso. Innanzitutto il numero di questi furbetti, di questi parassiti è ben più grande del numero dei parlamentari. Questi infaticabili virus si annidano ovunque, iniziando dai comuni e dalle sedi di partito, dove i giovani iscritti vengono istruiti sul sistema di gestione del potere, sulla contiguità, sullo sfruttamento del denaro pubblico,ecc.

I partiti in Italia sono vere e proprie associazioni a delinquere, atte alla corruzione, al voto di scambio per il conseguimento di potere. Tutte le nomine negli enti pubblici(politiche, tecniche, strategiche) sono lottizzate. Spesso il  politici si vantano di essere estranei a queste logiche perchè indicono bandi,concorsi,gare. Ma anche i bambini sanno che in italia qualsiasi concorso,gara d’appalto (da quello per l’attribuzione del posto di servizio civile volontario per arrivare a quello di dipendente statale fino alle gare per costruzioni di ponti,parcheggi,impianti,rotonde,marciapiedi,ecc.,ecc.,ecc.) è truccato. Le eccezioni sono davvero rarissime. Vorrei che questo fosse qualunquismo; purtroppo è la realtà dell’italia…

Che i nostri politici, insomma, conoscano solo potere e denaro è inconfutabile. La cosa pubblica e il bene comune non fa parte del loro vocabolario(notoriamente limitato). Ma oltre ad essere ingiusti e dannosi dal punto di vista amministrativo, sono anche pietosi sul piano politico. Privi di ogni forma di etica, ma anche incompetenti(ladri e incapaci, come dice Sartori, ma anche vuoti politicamente). In questo caso le eccezioni sono rare,ma ci sono. D’Alema è una di queste. Personaggio potente, losco, spregiudicato negli affari, nel potere, ma politicamente è valido, coerente. Salva almeno la facciata in maniera dignitosa. Insomma un personaggio negativo, ma almeno sa quel che fa. Quindi un ladro, incapace per convenienza,ma notevole politicamente. Invece prendete Fini. Vediamo di analizzare quest’uomo guardando le cose dal punto di vista di un osservatore esterno, imparziale. Pochi giorni fa stava raccogliendo le firme per cambiare la legge elettorale da lui stesso approvata(e già qui si capisce l’entità dello spessore politico della persona). Era pronto al dialogo col governo per cambiare insieme la legge elettorale e quindi andare alle elezioni con un’altra legge. Il governo cade. Ma lui, dopo 5 minuti dalla caduta, chiede le elezioni anticipate. Ma come? Prima, quando comandavano gli altri, era pronto al dialogo (opportunità che invece all’opposizione non fu offerta). Dopo,quando gli altri non comandano più, e forse potrebbe farlo lui, cambia linea, e dice che si può andare alle elezioni con quella legge?Insomma un ominicchio inaffidabile, un Quacquaraquà! Policamente di basso profilo, con la coerenza di un bambino di 4 anni, che sostiene posizioni a metà tra paradosso e realtà. Insomma non solo siamo in mano a gente senza scrupoli,che pensa solo all’arricchimento personale(soldi e potere), ma per giunta incapace politicamente, inetta complessivamente. Dilettanti allo sbaraglio!